STAGIONE 2022-2023

RISULTATI SERIE A-2

REGULAR SEASON - GIRONE NORD - ANDATA

Classifica marcatori Waterpolo Milano Metanopoli
ROSANO' Alessio 23 reti
SCOLLO 13 reti
ANDALORO Alberto 12 reti
CORRADINI Luca 10 reti
GATTAROSSA Fabio 7 reti
MARICONE Giovanni 5 reti
PIZZIMBONE Riccardo 4 reti
SCUDERI Matteo 4 reti
SARNO Cristiano 1 rete

11^ Giornata - Sabato 04 gennaio 2022 – Milano (Bocconi Sport Centre)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI - BRESCIA WATERPOLO  6-8  (2-2; 2-2; 1- 4; 1-0)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano', M. Scuderi, R. Pizzimbone, A. Andaloro 2, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone, F. Gattarossa 1, G. Clemente, L. Corradini 2, T. Scollo 1, S. Barbuzzi. All. Migliaccio
BRESCIA WATERPOLO: F. Massenza Milani, F. Copeta, M. Stocco 1, N. Tononi 1, F. Lodi, A. Balzarini 1, G. Tortelli 1, N. Di Murro 3, P. Zanetti, N. Casanova, M. Rivetti 1, A. Sordillo, R. Cammarota. All. Castellani
Arbitri: Bianco e Doro
Note: Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 1/6 + due rigori (uno sbagliato da Rosanò e l’altro realizzato da Scollo) e Brescia Waterpolo 3/8 + 2 rigori (uno realizzato e uno sbagliato entrambi da Tononi). Due espulsioni dirette per la Waterpolo Milano Metanopoli: Scuderi e Corradini.

WP Milano sconfitta in casa dalla Brescia Waterpolo
La Brescia Waterpolo si aggiudica (8-6) il derby lombardo contro la Waterpolo Milano Metanopoli dopo una partita combattuta che ha visto prima la Metanopoli ad avere la possibilità di andare in vantaggio con un rigore (finisce sul palo il tiro di Rosanò) e poi in vantaggio il Brescia di 2-0. Successivamente quadre ancora in perfetta parità sia alla chiusura del primo (2-2) sia del secondo tempo (4-4).
Al cambio campo è Brescia a prendere definitivamente il comando, con il break di Di Murro, Tortelli, Tononi e Rivetti che li trascina sull’8-5 nel terzo tempo (gol di Corradini per WP Milano Metanopoli).
I ritmi rallentano nel finale con i ragazzi di Migliaccio che tentano comunque la rimonta: solo Andaloro (M) a segno in questo tempo ma ciò non basta alla squadra di casa a ricucire lo strappo.
Questa la dichiarazione del direttore Leonardo Binchi al termine della partita:
Oggi battuta d'arresto in casa, con la partita che si è complicata nella terza e quarta frazione. Si era partiti comunque con il piglio giusto (subito un rigore a nostro favore n.d.r.) giocandosela, con un buon controllo della partita. Poi ci siamo fatti innervosire un po’ da tutta la situazione in cui si è sviluppato il gioco, ci siamo un po’ incartati da soli, subendo delle controfughe ed eseguendo tiri affrettati e un po’ sconclusionati. E questa cosa l’abbiamo pagata cara… Sicuramente era una partita da cercare di fare punti, sapevamo che non era semplice però per come si era messa la possibilità c'era e adesso dobbiamo leccarci le ferite, rivederci lunedì in piscina per ripensare a quello che abbiamo sbagliato e pensare alle partite successive perché incomincia un girone di ritorno nel quale è necessario fare punti assolutamente.


10^ Giornata - Sabato 28 gennaio 2022 – Savona

R.N. ARENZANO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 15-10 (4-2; 1-4; 5-2; 5- 2)

R.N. ARENZANO: G. Graffigna, G. Pedrini 1, S. Robello 1, S. Lottero 1, G. Ghillino 3, F. Recagno 2, D. Ferrari, P. Ricci 1, R. Ieno 1, W. Delvecchio 2, D. Corelli, M. Bragantini 3, G. Valle. All. Patchaliev

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano' 1, M. Scuderi 1, R. Pizzimbone 1, A. Andaloro, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone 1, F. Gattarossa 1, G. Clemente, L. Corradini 3, T. Scollo 2, S. Barbuzzi. All. Migliaccio

Arbitri: Navarra e Petraglia
Note: Scollo e Rosanò (WPMM) usciti per limite di falli. Espulso per gioco aggressivo Scuderi (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: RN Arenzano 5/16 +2 rig.; Waterpolo Milano Metanopoli 4/11.

WP Milano sconfitta alla Zanelli: vince l’Arenzano
Dopo le vittorie convincenti contro Padova e Sori, WP Milano cade contro l’Arenzano nello scontro diretto per la salvezza della decima giornata del campionato maschile di serie A2. Una sfida in completo equilibrio sino al terzo tempo, quando l’Arenzano piazza il break decisivo e allunga con i 5 gol di scarto che regalano agli uomini di Patchaliev i 3 punti e l’allungo in classifica proprio ai danni della compagine milanese.
L’inizio di gara è a favore dell’Arenzano: nel primo tempo, infatti, complice un’ottima aggressività offensiva, i liguri si portano sul 4-2. La reazione di Milano non si fa attendere: con grande veemenza, nel secondo tempo il ribaltone è servito, con un ottimo 1-4 di parziale che porta i ragazzi di Migliaccio sul 6-7 al cambio campo. Come accennato, è nella seconda parte di partita che WP Milano concede ai padroni di casa qualche tiro di troppo, regalandogli di fatto la terza frazione di gioco e tornando sotto nel punteggio (10-8). Il quarto tempo è frutto di nervosismo e continui capovolgimenti di fronte, ma l’Arenzano sembra essere più lucida mentalmente e quando può, chiude la partita, con Ghillino e Bragantini sugli scudi.
Rispetto alla partita contro Sori, piccolo passo indietro dei ragazzi allenati da Migliaccio: le 18 espulsioni a sfavore registrate non sono sicuramente un alibi, ma una variabile importante della partita che deve servire come step di crescita importante, soprattutto a livello di mentalità. Il nervosismo finale è sicuramente un aspetto su cui migliorare, così come altri aspetti del gioco offensivo e difensivo. Da lunedì si torna a lavorare forte, per migliorare e preparare al meglio la partita casalinga contro i grandi rivali del Brescia Waterpolo che hanno battuto il finalino di coda R.N.Imperia per 29 a 5.


9^ Giornata - Sabato 21 gennaio 2022 – Monza

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-FUTURENERGY RINNOVABILE R.N. SORI 6-5 (1-1; 1-0; 3-2; 1-2)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano' 4, M. Scuderi, R. Pizzimbone, A. Andaloro, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone, F. Gattarossa, G. Clemente, L. Corradini, T. Scollo 2, S. Barbuzzi. All. Migliaccio

FUTURENERGY RINNOVABILE R.N. SORI: A. Benvenuto, Giovanni Congiu, M. Giordano 1, M. Mugnaini 3, M. Villa 1, M. Bisso, L. Navone, G. Penco, G. Cocchiere, E. Cocchiere, G. Benvenuto, Giosue' Congiu, M. Olcese. All. Ferreccio

Arbitri: Rotondano e Gomez
Note:Usciti per limite di falli Gattarossa (M) e Giordano (S) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 2/8 ; RN Sori 4/13. Espulsi per proteste Maricone (M) nel terzo tempo ed Emanuele Cocchiere (S) nel quarto tempo. Nel terzo tempo Mugelli (M) para un rigore a Mugnaini (S) e Navone (S) sbaglia un rigore (traversa)

Ruggito di WP Milano e seconda vittoria consecutiva: battuto il Sori

È una partita al cardiopalma quella che va in scena alla “Pia Grande” di Monza, che si decide soltanto al fil di sirena con un eurogol di Tommaso Scollo. È il giovane catanese, infatti, a impattare il risultato sul definitivo 6-5 con tiro da 8 metri: un palo gol spettacolare che regala la seconda vittoria consecutiva alla WP Milano e rilancia i lombardi a 9 punti in classifica. Gioisce il pubblico e gioiscono i ragazzi di Migliaccio, protagonisti di una partita arcigna, dura, ma ben giocata da entrambe le squadre.
Il muro eretto da Mugelli, trascinatore insieme a Scollo e Rosanò, guida la difesa di Milano non solo a uomini pari, ma anche su uomo in meno, concedendo solo 5 gol a uno dei migliori attacchi del campionato.
Mugniani e Giordano si confermano giocatori di livello assoluto e tengono in partita gli ospiti, che dal 5-1 recuperano fino al 5-5 nel terzo tempo. Viene arginato, al contrario, il valido centro Cocchiere, nonostante Gattarossa e Maricone siano già carichi di falli nella primissima frazione di gioco; è bello, in tal senso, il sacrificio da parte di tutti i ragazzi di Migliaccio sia nel marcare il centro, sia sulla zona difensiva.
Nel finale la partita è concitata: dopo il grande sforzo, il Sori sembra poterla ribaltare, ma un contro-fallo offensivo regala l’ultima occasione a Milano. Sul ribaltamento di fronte, Andaloro serve Scollo che trova il fallo da 8 metri e tira: palo - rete, il resto è Storia.


8^ Giornata - Sabato 14 gennaio 2022 – Padova

C.S. PLEBISCITO PD - WATERPOLO MILANO METANOPOLI 7-10 (2-1; 1-2; 1-4; 3-3)

C.S. PLEBISCITO PADOVA: G. Calabresi, T. Marotto, A. Nobili, N. Sartore, M. Chiodo 1, R. Zocco, R. Gottardo 1, F. Robusto 1, M. Zanovello, O. Maresca 1, M. Baldassa, Y. Pasotti, M. Tomasella 3. All. Rolla

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano' 6, M. Scuderi, R. Pizzimbone, A. Andaloro, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone 1, F. Gattarossa, G. Clemente, L. Corradini, T. Scollo 3, S. Barbuzzi. All. Migliaccio

Arbitri: Carmignani e Torneo
Note: Uscito per limite di falli Gottardo (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: CS Plebiscito PD 2/9 +1 rig. ; Waterpolo Milano 4/10 +2 rig. Nel terzo tempo Andaloro (M) sbaglia un rigore (palo). Nel quarto tempo Chiodo (P) sbaglia un rigore (fuori). Espulso per proteste Robusto (P) nel quarto tempo.

WP Milano corsara a Padova: si impongono i milanesi

Nel match salvezza dell’ottava giornata del campionato di serie A2 maschile, Waterpolo Milano si impone contro il Plebiscito Padova per 7-10. Una ottima prova dei ragazzi di mister Migliaccio dopo il rientro dalla sosta natalizia: come di consueto, la gara al rientro dalle festività poteva nascondere qualche insidia, ma la prestazione è invece solida, caparbia e determinata su un campo difficile come quello veneto.
I padroni di casa, infatti, sin dalle prime battute di gara giocano in maniera aggressiva e hanno un miglior approccio al match: è 2-1 a fine primo tempo. La reazione dei Lombardi arriva nel secondo quarto, quando con un 1-2 di parziale, gli ospiti impattano la partita sul pareggio al cambio campo (3-3).
Il terzo tempo è quello decisivo: trascinati da Rosanò (mattatore del match con 6 reti) e Scollo, i milanesi mettono a segno il break decisivo della partita con un 1-4 di parziale che stronca i padroni di casa. Nel quarto ed ultimo tempo, infatti, gli ospiti controllano tutto sommato la gara nonostante il tentativo del Padova di rientrare in partita, ma quando sembra poterlo fare, una controfuga fulminea di Maricone mette fine alla gara con il punteggio definitivo di 7-10.
La partita di Padova evidenzia degli ottimi progressi da parte di WP Milano soprattutto nell’uomo in meno, fondamentale in cui sono soltanto 2 i gol concessi agli avversari. Ancora qualche difficoltà sull’uomo in più, ma anche a uomini pari si sono registrati alcuni miglioramenti con la qualità balistica di Rosanò e Scollo sugli scudi. Appuntamento tra 7 giorni a Monza contro la RN SORI per un altro match importantissimo dal valore enorme


7^ Giornata - Sabato 17 dicembre 2022 - Monza

WATERPOLO MILANO METANOPOLI – PRESIDENT BOLOGNA 5-9 (1-2, 2-3, 1-2, 1-2)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano' 2, M. Scuderi 1, N. Ficalora, A. Andaloro, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone, F. Gattarossa 1, G. Clemente, L. Corradini, T. Scollo 1, S. Barbuzzi. All. Migliaccio

PRESIDENT BOLOGNA: A. Akmalov, C. Campolongo, E. Calesini, C. Cecconi, M. Moscardino, A. Martelli, F. Marciano 4, F. Belfiori, N. Mengoli 1, R. De Simon 2, N. Andre', D. Parisi 2, A. De Nardis. All. Risso
Arbitri: Zedda e Baretta

Note: Uscito per limite di falli Martelli (B) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 4/12 + un rigore e President Bologna 3/7 + un rigore.

La President Bologna vince meritatamente 9-5 in casa della Waterpolo Milano Metanopoli. I milanesi che dovevano vincere per consolidare la classifica dopo il vittorioso incontro contro l’Imperia invece incappano in una chiara sconfitta.
Dopo il rigore trasformato da Rosanò, i milanesi si fanno raggiungere e superare dal President per chiudere il primo tempo sotto di una rete.
Gli emiliani dettano i ritmi di gioco ed arrivano a condurre 4-1 a metà del secondo tempo. Milano prova a rimanere attaccata con un bel tiro di Tommaso Scollo. Segna ancora Bologna e poi ancora Rosanò per cui la squadra di Migliaccio è sotto di due reti a metà gara (3-5).
Gli ospiti al cambio campo trovano il +4 con la doppietta di Marciano (7-3) prima della rete di Gattarossa.
Nell’ultimo tempo due gol di fila dei bolognesi chiudono definitivamente la partita prima dell’ultimo gol da parte della WP Milano Metanopoli da parte di Scuderi.
Partita sempre in mano ai bolognesi che vincono tutti i tempi con un gol di scarto mentre per WP Milano Metanopoli pesano le difficoltà avute nel realizzare, specialmente durante le superiorità numeriche (solo 4 realizzate su 12).


6^ Giornata - Sabato 10 dicembre 2022 - Milano - Bocconi Sport Centre

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-R.N. IMPERIA 57 14-8 (3-2; 2-2; 6-2; 3-2)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano' 4, M. Scuderi 2, R. Pizzimbone 1, A. Andaloro 2, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone, F. Gattarossa 2, G. Clemente, L. Corradini 1, T. Scollo 2, S. Barbuzzi All. Migliaccio

R.N. IMPERIA 57: S. Grossi, G. Grosso 1, J. Brignolo, D. Mazzariol, R. Gandini 1, G. Merano, S. Porro, F. Corio 2, F. Milani 1, P. Cipriani, F. Taramasco 2, D. Cesini 1, L. Di Lionardo. All. Gerbo'

Arbitri: Gomez e Alfi
Note: Uscito per limite di falli Gandini (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche : Waterpolo Milano Metanopoli 5/11 +3 rig. (2 realizzati), Rari Nantes Imperia 4/11 +3 rig (2 realizzati)

Finalmente Milano! Primi 3 punti: battuta Imperia
Milano torna a casa vittoriosa, dopo aver disputato la partita contro la R.N. Imperia 57 davanti al caloroso pubblico del Bocconi Sport Centre, ritrovando entusiasmo e intascando finalmente i primi 3 punti stagionali. I liguri vengono scavalcati in classifica grazie alla prova convincente dei ragazzi di Migliaccio, fatta di alti e bassi nei primi due tempi ma decisamente più corposa e determinata nella seconda metà di gara. Alla fine, il risultato è di 14-8 il quale racconta di una partita equilibrata sino al cambio di campo (5-4) ma poi in discesa per i Lombardi che nel terzo tempo mettono a segno il break decisivo per portare a casa il bottino grosso.
Dopo un avvio in svantaggio su penalty e un rigore parato da Mugelli, sono Scollo e Rosanò i trascinatori di Milano che, con due reti a testa, portano al cambio di campo i propri compagni di squadra sul 5-4, non prima del rigore realizzato da un freddissimo Scuderi.
Nel terzo tempo, come detto, l’allungo decisivo di Milano che, con segnature variopinte, piazza un 6-2 che archivia la pratica: a segno ancora Rosanò (2) Andaloro (2) Gattarossa e Scuderi.
Nel quarto tempo, frazione segnata dai continui stravolgimenti di fronte e da un po’ di nervosismo, c’è gloria ancora per Gattarossa, ma anche per Corradini e per il giovane Pizzimbone: è 14-8 al termine dei quattro tempi.
A giochi fatti, il risultato fa ben sperare gli uomini del Presidente De Marco, i quali adesso si troveranno di fronte la President Bologna per un ulteriore scontro salvezza. Solo la partita della prossima settimana a Monza potrà dire di che pasta sono fatti i ragazzi di Migliaccio. Certo è che, al primo dentro o fuori della stagione, Milano risponde presente e manda un chiaro messaggio a tutte le altre forze del campionato.

Queste la dichiarazione dell’allenatore Maurizio Migliaccio al termine dell’incontro: dopo 5 incontri con le prime 5 in classifica arrivi molto contratto psicologicamente quindi è stata soprattutto una partita, oltre che fisica, anche mentale, specialmente nei primi due tempi poi quando la nostra preparazione fisica e capacità natatoria ha preso il sopravvento abbiamo anche dato sei gol di differenza di differenza. È un primo passo, dobbiamo già prepararci per sabato contro il Bologna: oggi abbiamo preso coscienza delle nostre possibilità ma dobbiamo cercare di essere più sereni e tranquilli proprio all'inizio della partita. Non dobbiamo perciò sbagliare, nei primi due tempi abbiamo regalato almeno 2-3 gol. Sono riuscito a far giocare tutti dando un minutaggio a tutti; avrei potuto far giocare quelli più pronti ma ho preferito far girare tutta la panchina, se avessi avuto il portiere di riserva avrei fatto giocare anche lui. Ora testa bassa e concentrazione già da lunedì su Bologna. Bologna è il secondo incontro basilare per noi, ripeto noi abbiamo iniziato praticamente il campionato oggi. Dobbiamo giocarcela in casa con il Bologna e poi dobbiamo giocare fuori casa e giocarcela con il Padova. Queste partite sono le tre fondamentali di questo inizio di campionato: la prima l'abbiamo superata meritatamente.


5^ Giornata - Sabato 3 dicembre 2022 - Camogli

SPAZIO R.N. CAMOGLI-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 12-4 (1-1, 4-1, 3-1, 4-1)

SPAZIO R.N. CAMOGLI: E. Rossi, A. Beggiato 4, A. Brambilla Di Civesio 3, M. Morello, L. Kovacevic, A. Cambiaso 1, T. Tabbiani, M. Monari 1, G. Bianco 2, L. Barabino 1, P. Ruggeri, A. Cuneo, G. Blundo Canto. All. Temellini

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: L. Mugelli, A. Rosano', M. Scuderi, R. Pizzimbone, A. Andaloro 2, S. Scozzari, C. Sarno, G. Maricone 1, F. Gattarossa, G. Clemente, L. Corradini, T. Scollo 1, S. Barbuzzi. All. Migliaccio

Arbitri: Rogondino e Giacchini
Note: Uscito per limite di falli Gattarossa (M) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Spazio RN Camogli 6/12 + un rigore e Waterpolo Milano Metanopoli 3/8.

WP Milano cede alla capolista Camogli dopo un incoraggiante primo tempo

Al “Boschetto” di Camogli va in scena la quinta giornata del campionato di serie A2 nord tra la capolista guidata da Temellini e i ragazzi di WP Milano.
L’avvio è di grande auspicio per gli ospiti che, alla prima occasione utile su uomo in più, vanno in vantaggio grazie ad Andaloro. Milano tiene botta agli attacchi di Camogli e solo a 2 minuti dalla fine del primo tempo i padroni di casa trovano il pareggio con Cambiaso, anch’egli su uomo in più.
Dopo la prima fazione di gioco, Camogli inizia a fare sul serio e nell’arco di 4 minuti mette a segno tre reti in fila grazie ai suoi giocatori più rappresentativi: Brambilla prima, Bianco dal centro e Beggiato poi. Andaloro (M) accorcia nuovamente le distanze ma ancora Bianco (C) riporta i liguri sul +3.
Al cambio di campo Maricone, con una stecca su uomo in più, prova a rimettere in partita Milano, ma ancora veemente la reazione di Camogli che dal 5-3 si porta sull’8-3 segnando 3 reti consecutive in superiorità numerica.
Il quarto tempo regala occasione da una parte e dall’altra, con gli ospiti che forzano qualche soluzione e Camogli che ne approfitta con Brambilla e Beggiato, autori nel 4 tempo di una doppietta a testa. Per Milano è, invece, Tommaso Scollo a timbrare il cartellino e a fissare il risultato sul 12-4 finale.
Per Milano, tra 7 giorni arriva l’Imperia alla Bocconi, per una sfida salvezza delicata ed importante.

4^ Giornata - Sabato 26 novembre 2022 - Monza

WATERPOLO MILANO METANOPOLI - LAVAGNA 90 7 - 12 (1-2, 1-5, 3-1, 2-4)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Mugelli, Rosanò 1, Scuderi, Pizzimbone, Andaloro 1, Scozzari, Sarno 1, Maricone 1, Gattarossa 1, Clemente, Corradini 1, Scollo 1, Barbuzzi. All. Migliaccio
.
LAVAGNA 90: Gabutti, Capelli, Botto, Pedroni 1, Cunko 3, Vario, Pellerano 4, Pelliccia, Luce, Cimarosti, Menicocci 1, Magistrini 3, Casagrande All. Martini

Arbitri: Doro e Torneo
Uscito per limite di falli Luce (L) nel quarto tempo. Ammonito il tecnico Migliaccio (M) nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 4/8 + 2 rigori (trasformati) e Lavagna 90 2/6

Lavagna corsara a Monza: Waterpolo Milano sconfitta 7-12

Arriva un'altra sconfitta in casa per la Waterpolo Milano, questa nei confronti di un avversario valido, il Lavagna, in grado di imporre il suo gioco sin dalle prime battute di gara. I liguri, infatti, vantano ora 9 punti nel girone, con la sola sconfitta contro la capolista Camogli (prossima avversaria per altro proprio di WP Milano) alla prima giornata.
L'avvio di gara non è sicuramente positivo per i ragazzi di mister Migliaccio, i quali patiscono un brutto approccio alla gara e subisco le azioni veementi dei liguri: con Pellerano e lo straniero Cunko sugli scudi, a metà gara gli ospiti conducono per 2-7 mentre gli squilli di Milano arrivano soltanto con una bella parabola di Gattarossa e il primo gol stagionale di Scollo. Al cambio campo sono 5 i gol di distanza, gli stessi che ci sono poi al termine della partita: questo denota un approccio differente già a partire dai primi minuti del terzo tempo, quando WP Milano prova a reagire ricucendo fino al -3 grazie al rigore di Rosanò e alla girata dal palo su uomo in più di Maricone. Una squadra, quella di Migliaccio, che dopo la prima metà mostra un piglio diverso, più grintoso, ma in questo caso non è sufficiente perché grazie a delle ottime ripartenze il Lavagna si mostra cinico: prima nel riallungare dopo la rete del WP Milano da parte del mancino Corradini, e poi nel chiudere la partita: l'ultimo tempo, infatti, si chiude 2-4 in favore degli ospiti, rendendo inutili le reti di Andaloro (su rigore) e Sarno nel finale.
Negli ospiti mattatori del match Cunko (3) e Pellerano (4), nessuna segnatura doppia, invece, in casa della Waterpolo Milano.



3^ Giornata - Sabato 19 novembre 2022 - Chiavari

CHIAVARI NUOTO Vs WATERPOLO MILANO METANOPOLI 7 - 5 (2-1; 1-1; 3-2; 1-1)

CHIAVARI NUOTO: Merano, Dellacasa, G. Botto, Antonucci, Pagliuchi, Biallo, S. Botto 1, Chiavaccini 3,
Raineri 1, Greco, Perongini 2, Schiaffino, Dinu Allenatore: Dinu
WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Mugelli, Rosanò, Scuderi, Pizzimbone 1, Andaloro 1, Scozzari, Sarno,
Maricone 1, Gattarossa 1, Clemente, Corradini 1, Scollo, Barbuzzi. All. Migliaccio

Arbitri: Brasiliano e Mazzoccoli
Usciti per limite di falli Greco (C), Andaloro (M) e Gattarossa (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche:
Chiavari Nuoto 3/13; Waterpolo Milano Metanopoli 3/13. Espulsi per gioco scorretto Chiavaccini (C) e
Rosanò (M) nel quarto tempo. 3 rigori per Chiavari (tutti e 3 trasformati). Spettatori 200 circa.

2^ Giornata - Sabato 12 novembre 2022 - Monza

WATERPOLO MILANO METANOPOLI - REALE MUTUA TORINO 81 IREN 3-7 (1-3, 0-2, 2-1, 0-1)

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Mugelli, Rosanò, Scuderi, Pizzimbone, Andaloro 2, Scozzari, Sarno, Maricone, Gattarossa, Clemente, Corradini 1, Scollo, Barbuzzi. All. Migliaccio
.
REALE MUTUA TORINO 81 IREN: Aldi, Lisica 2, Gandini, Azzi, Maffè 2, Cigolini, Costa 1, Ermondi, Abate, G. Novara, E. Novara 1, Colombo 1, Santosuosso

Arbitri: Zedda e Nicolosi
Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 0/10 e Reale Mutua Torino 81 Iren 1/4 + 2 rigori (1 trasformato).

Questa la dichiarazione del nostro presidente Alessandro De Marco al termine dell’incontro:
Seconda gara di campionato A2 finita 7 a 3 per il Torino, squadra candidata per i play off della A1. È stata una partita molto intensa giocata molto su un'aggressività in difesa di entrambe le squadre. Milano Metanopoli è cresciuta molto rispetto alla prima partita ma allo stesso tempo deve ancora trovare l'ingranaggio giusto per l'attacco perché è stata molto sprecona (ben 10 superiorità di cui nessuna realizzata!). Bravissima comunque Torino a difendere ogni nostra azione d'attacco portando un pressing molto aggressivo su ciascuno degli uomini della Mi Met. Bene in difesa anche la Mi Met che ha dato poco spazio al Torino che è stato più cinico e bravo a sfruttare alcuni errori in difesa della Mi Met: i gol realizzati dal Torino con un uomo in più o con squadra schierata sono stati 3 mentre gli altri 4 sono venuti uno da rigore (rigore che c'era tranquillamente, ricordo inoltre anche un rigore parato da Mugelli) e gli altri 3 gol da contropiede. Tutto sommato una prestazione positiva di una squadra giovane, nuova che si “sta trovando” adesso, una squadra che in questa partita ha fatto un passo in avanti rispetto all'esordio contro il Como. C'è ancora tanto da costruire. Sabato prossimo contro Chiavari un'altra partita decisiva dove dobbiamo dimostrare di poter crescere ancora.


1^ Giornata - Sabato 5 novembre 2022 - Busto Arsizio

COMO NUOTO RECOARO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 14-9 (2-1, 6-1, 3-1, 3-6)

COMO NUOTO RECOARO: Viola, Bini 2, Bet, Birigozzi 2, Szabo 2, Sala, Beretta 2, Marchetti 1, Ciardi 3, Pellegatta 1, Ghioldi, Fusi 1, Bianchi. All. Zimonjic

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Mugelli, Rosanò 5, Scuderi, Pizzimbone 1, Andaloro 2, Scozzari, Sarno, Maricone, Gattarossa, Clemente, Corradini 1, Barbuzzi, Cardona. All. Migliaccio

Arbitri: Schiavo e Campora
Usciti per limite di falli Fusi (C) nel terzo tempo, Szabo (C) e Corradini (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como Nuoto Recoaro 3/8 + 3 rigori e Waterpolo Milano Metanopoli 4/13 + 2 rigori. Spettatori 150 circa.

La Como Nuoto Recoaro vince il derby lombardo e batte 14-9 la Waterpolo Milano Metanopoli. Dopo un buon inizio, in cui la squadra ha seguito bene le azzeccate direttive dell'allenatore su come impostare la gara, la formazione totalmente nuova della WP Mi Met subisce i lariani che gestiscono in solitaria i primi tre tempi, chiusi sull’11-3 firmato da Ciardi (tripletta). In questi due tempi la squadra di Migliaccio ha incontrato grosse difficoltà realizzative pur svolgendo buone trame di gioco. Con alcuni uomini del Como fuori per limiti di falli, inutile il tentativo di rimonta da parte della WP Mi Met che, con i ragazzi spronati da Migliaccio a reagire, vince 6-3 l’ultimo parziale rendendo meno amara la sconfitta. A nove secondi dalla sirena Rosanò (WP Mi Met) chiude le marcature con la sua quinta rete personale.
Il Direttore Sportivo della Waterpolo Milano Metanopoli Leonardo Binchi dopo la partita ha dichiarato: "Nonostante la sconfitta sono soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi. Bisogna considerare che la maggior parte dei giocatori che compongono quest'anno la squadra proviene dalla serie B od ha poco esperienza, è come se la squadra non fosse stata retrocessa dalla serie A-1 ma promossa dalla serie B. Pertanto è necessario giocare partite come queste per fare esperienza per poi giocarsela contro squadre più alla nostra portata. Onore al Como che ha fatto un'ottima partita con un bravo portiere che ha sbarrato spesso la via della porta ai nostri ragazzi. La mia squadra dopo aver iniziato bene e controllato la gara nel primo tempo, nel secondo e nel terzo ha commesso alcune ingenuità ed errori che hanno favorito la fuga del Como con largo margine. La squadra nonostante tutto non si è disunita ma ha reagito nel quarto tempo mettendo in luce buon carattere e determinazione nel trovare finalmente con più continuità la via del gol. Dopo la retrocessione e lo svincolo di pressoché tutta la squadra di serie A-1 (della formazione dell'anno scorso sono rimasti i giovani Pizzimbone, Sarno, Cardona e Scollo - quest'ultimo oggi assente). Ci aspettavamo un anno difficile con un inizio ancor più difficile ma il grande margine di miglioramento ci permette di guardare con fiducia al futuro anche perché l'allenatore Maurizio Migliaccio, a cui va il mio plauso, ha ben preparato i ragazzi e con la sua esperienza li porterà a fare sicuramente bene."

Website Design by SS Studio