WATERPOLO MILANO METANOPOLI SCONFITTA IN CASA DALLA PALLANUOTO TRIESTE PER 9 - 15

Niente da fare per la Waterpolo Milano Metanopoli che sul campo di casa, all'Aquamore Bocconi Sport Center, esce sconfitta da Pallanuoto Trieste con il punteggio di 9-15. Padroni di casa in acqua senza Perez, Mattiello e Caravita.

La Pallanuoto Trieste si porta in vantaggio nella prima azione con Vrlic, poi buone azioni difensive di Milano, due buoni interventi in porta di Cubranic tengono il risultato fermo. Molti errori da parte di entrambe le squadre, a due minuti dalla fine del primo tempo ci pensa Buljubasic a sbloccare il tabellone con una doppietta. Trieste si chiude in difesa, Milano ne approfitta segnando il primo gol con Kasum su uomo in più grazie ad una palomba che sorprende Oliva.

Trieste apre nel secondo periodo con un'azione veloce per mano di Ray Petronio che segna il 4-1. Troppa fretta per Milano che non riesce a trovare delle buone conclusioni, ci pensa Cubranic a chiudere la porta dei padroni di casa, insieme a delle buone azioni difensive. Dopo 4 minuti arriva il secondo gol milanese da parte di Andryukov. Si sbloccano anche Michele Mezzarobba e Inaba dalla lunga distanza per i gol del 6-2, il settimo gol arriva invece dal centro con Vrlic su passaggio di Mladossich che dà ampio vantaggio a Trieste.

In apertura di terzo quarto va a segno proprio il giovane giocatore triestino classe 2002, e da lontano con una palla morbida che sorprende Cubranic anche Vrlic per la sua personale tripletta. Trieste scappa via, Oliva chiude la porta, Milano fatica a trovare continuità, sblocca il punteggio con Novara per il 3-9 dal centro, con un tiro allo scadere dell'azione. Risponde Andrea Razzi che mette il suo nome a referto segnando un gol da solo di fronte alla porta. E' Kasum per Milano ad approfittare della prima vera distrazione in difesa per Trieste per mettere a segno la rete numero quattro. Su rigore Jankovic allunga ancora per Trieste, ma Novara prova a tenere viva Milano, lo fa dalla mezza distanza con un'azione veloce dopo aver preso un'espulsione. Ancora una volta il capitano Ray Petronio chiude il terzo periodo con il dodicesimo gol in superiorità numerica.

Alessandro Mellina fa il suo esordio in serie A nel quarto quarto sostituendo Cubranic in porta per Milano (l'anno scorso giocava a Bergamo in serie B), Cattarini sostituisce invece Oliva per Trieste. Mladossich apre il quarto quarto, Kasum risponde con il sesto gol approfittando di una distrazione triestina. La risposta degli ospiti arriva pronta con Jankovic che trasforma un rigore per la seconda volta in questa partita. Milano ci crede ancora segnando un mini parziale di 0-3 prima con Kasum in superiorità numerica, con Novara e poi ancora con Kasum da lontanissimo. Mellina sul finale para il tiro di Bego, Trieste segna il terzo rigore a 34 secondi dalla fine per mano di Inaba. Finisce 9-15 la partita con la vittoria di Trieste.



WP MILANO METANOPOLI: F. Cubranic, M. Cavallini, S. Andryukov 1, N. Tononi, Sarno, N. Ficalora, T. Scollo, P. Kasum 5, R. Pizzimbone, T. Busilacchi, E. Novara 3, G. Lanzoni, A. Mellina Gottardo. All. Krekovic
PALLANUOTO TRIESTE: P. Oliva, D. Podgornik, R. Petronio 2, I. Buljubasic 2, M. Vrlic 3, M. Jankovic 2, I. Bego, M. Mezzarobba 1, A. Razzi, Y. Inaba 2, G. Bini, A. Mladossich 3, C. Cattarini. All. Bettini 
Arbitri: Braghini e Frauenfelder 
Parziali: 1-3 1-4 3-5 4-3 Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 4/10 e Pallanuoto Trieste 2/4 + 3 rigori.

Website Design by SS Studio