WATERPOLO MILANO METANOPOLI CENTRA LA PRIMA VITTORIA CONTRO LA SS LAZIO NUOTO PER 13-11 DI FRONTE AL PROPRIO PUBBLICO IN UNA BOCCONI DA TUTTO ESAURITO

In una piscina gremita da tutto esaurito, per la prima volta a Milano in questa stagione, di fronte al pubblico delle grandi occasioni all'Aquamore Bocconi Sport Center la Waterpolo Milano Metanopoli centra la prima vittoria contro la SS Lazio Nuoto per 13-11 dopo una partita combattuta e giocata dalla squadra di Krekovic con grande personalità.

Partenza con carica ed entusiasmo da parte della Waterpolo Milano Metanopoli che parte subito con una doppietta di Kasum per il primo vantaggio. Milano conduce il gioco, ma la Lazio risponde colpendo sull'uomo in più con Leporale. Tommaso Busilacchi segna il terzo gol per Milano, ma sempre su uomo in più ci pensa Caponero per la Lazio ad accorciare le distanze. L'entusiasmo del pubblico però carica i giocatori milanesi, i gol di Mattiello e poi di Novara allungano per Milano, in porta Cubranic riesce a neutralizzare due buone azioni laziali. Vitale accorcia le distanze sul 5-3 ma ci pensa di nuovo Kasum a tenere Metanopoli sul più 3 (6-3). Ancora Vitale su rigore e Paskovic riportano la Lazio sotto di un punto alla fine del primo periodo (6-5).

In apertura di secondo quarto i ritmi si abbassano ed entrambi i portieri si dimostrano determinanti: Manuel Rossa da un lato, Fran Cubranic dall'altra riescono a parare buone conclusioni, il portiere milanese neutralizza anche un rigore tirato da Paskovic. Sblocca il risultato dopo quattro minuti per la Lazio Marco Ferrante in contropiede, pareggiando i conti sul 6-6. Rossa chiude la porta con decisione, la Lazio trova il gol del vantaggio sul 7-6 con Vitale su rigore, dopo l'allontanamento di Krekovic per proteste. Milano non riesce a trovare il gol, ma regge bene in difesa con gli interventi di Andryukov. E' Vitale dalla lunga distanza a dare il massimo vantaggio laziale alla fine del secondo parziale: 6-8 il punteggio in un tempo tutto dei padroni di casa.

Nel terzo periodo, nel momento più delicato, è Giacomo Lanzoni dalla lunga distanza a prendersi la responsabilità e segnare due gol importantissimi per Milano che riportano la partita sull'8 pari, Ciubranic lo segue con due buoni interventi su Vitale e Caponero aiutato in difesa da Amaurys Perez. Lanzoni segna e fa segnare, un passaggio costruito alla perfezione permette a Novara di segnare il gol del vantaggio, e sulla controfuga lanciata sempre dal capitano è Mattiello a prendersi il gol del 10-8. Maddaluno sblocca il tabellino per la Lazio, ma è Milano a dettare il ritmo della partita e con Busilacchi tiene il vantaggio (11-9), crescendo anche in difesa con interventi determinanti.

Paskovic apre il quarto periodo con un gol da lontano che accorcia le distanze, ma Milano non ci sta e di nuovo con Kasum (4 gol per lui alla fine) e poi Mattiello allunga sul +3. Vitale ci prova ma trova la traversa, Ferrante invece porta la Lazio sul -2 a 3 minuti dalla fine. Cubranic determinante sul finale nel parare conclusioni importanti. Rosso per protesta fa terminare a Leporale la partita con un minuto e 20 secondi in anticipo. 13-11 il punteggio dopo una partita giocata fino alla fine e molto combattuta. Parziali (6 - 5; 0 - 3; 5 - 1; 2 - 2).


WP MILANO METANOPOLI: F. Cubranic, A. Perez, S. Andryukov, N. Tononi, G. Mattiello 3, M. Caravita, T. Scollo, P. Kasum 4, M. Ticozzi, T. Busilacchi 2, E. Novara 2, G. Lanzoni 2, A. Mellina Gottardo. All. Krekovic

SS LAZIO NUOTO: M. Rossa, M. Ferrante 2, D. Vitale 1, J. Gambin, A. Vitale 3, L. Marini, D. Caponero, V. Paskovic 3, M. Leporale 1, R. Maddaluno, L. Checchini 1, A. Nenni, M. Serra. All. Sebastianutti 

Arbitri:  Guarracino e D'Antoni
Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Milano 2/9 e Lazio 3/5 + 3 rigori. Cubranic (M) para un rigore a Paskovic nel secondo tempo. Espulso per proteste l'allenatore Krekovic nel secondo tempo e per proteste Leporale (L) nel quarto tempo. Spettatori 350 circa

Website Design by SS Studio