San Donato Metanapoli

ROMA SABATO 08 MAGGIO 2021
METANOPOLI SOTTOTONO, LA ROMA FA VALERE IL FATTORE “CAMPO” AL FORO ITALICO
La squadra con in panca Simone Binelii, sostituto dello squalificato Gambacorta, partono bene, ma crollano nel secondo tempo senza poi riuscire a recuperare il duro passivo. Finisce 12-8 per i giallorossi.

Dopo esattamente un mese, la Waterpolo Milano Metanopoli torna nella suggestiva cornice del Foro Italico di Roma per sfidare i giallorossi nella quinta gara dei playout. I romani si trovano al 2° posto del girone a quota 9 punti, dunque a 3 lunghezze dai milanesi che occupano il 3° posto. Alle ore 15, il fischio d’inizio.

Nel primo tempo, dopo 25 secondi, il centroboa Casasola apre subito le marcature. Passa poco più di un minuto ed ecco il raddoppio del centrovasca Francesco Faraglia su rigore. Ma arriva subito la risposta della Metanopoli che, 30 secondi più tardi, accorcia le distanze con Di Somma. Si prosegue alla media di una rete ogni 30 secondi, dunque a 2.47 il difensore De Robertis trova il tris. Ancora una volta, puntuale la reazione dei gialloblù che stavolta non solo accorciano le distanze con Giovanni Bianco (3.14), ma trovano anche il pareggio con Ravina (3.57). I giallorossi rimettono la freccia a 5.25 con un gol del centrovasca Pietro Faraglia in superiorità numerica e infine, a 47 secondi dalla fine del primo tempo, Lanzoni sigla il 4-4 (uomo in più).

Nella seconda frazione perdono completamente il filo della partita, subendo un 4-0 pesantissimo che permette ai laziali di mettere in cassaforte in anticipo 3 punti decisivi in chiave salvezza. Altra grande partenza di Roma che ancora con Casasola si riporta avanti dopo nemmeno un minuto. Poi Pietro Faraglia (2.37) e De Robertis (4.27) mettono dentro due gol in superiorità numerica che portano a -3 i gialloblù. Infine, a 22 secondi dal riposo, giunge la pesantissima rete di Vavic che chiude anzitempo la partita (8-4).

Pronti, via col terzo tempo e non cambia il copione. Subito un gol dei ragazzi di Tafuro, in questo caso Vavic con uomo in più (1.48). Scorre un altro minuto sul cronometro e Francesco Faraglia torna al gol, portando addirittura a +6 i giallorossi. A 3.52, una marcatura d’orgoglio di Lorenzo Bianco.

Anche la quarta e ultima frazione, come le tre precedenti, inizia con un gol dei padroni di casa. Protagonista Ciotti che non si accontenta di una rete dopo 28 secondi e ne infila un’altra alle spalle di Cavo nemmeno un minuto più tardi, firmando il massimo vantaggio giallorosso (12-5) e la doppietta personale come altri cinque compagni di squadra. I padroni di casa, sicuri dei 3 punti, tirano il freno a mano, ma non smette di giocare la Metanopoli che trova subito il 6° e il 7° gol della propria partita con Giovanni Bianco (1.32) e Ravina (2.52), uno dei più positivi nelle ultime uscite. Tre giri d’orologio più tardi, Lorenzo Bianco porta i milanesi a -4, trovando la doppietta personale come Ravina.

Risultato finale di 12-8 per la Roma che, consolidato il 2° posto, è ormai sicura della permanenza in A1, così come il Quinto. Per la Meta, invece, è la seconda sconfitta consecutiva che la tiene bloccata a quota 6 punti e al 3° posto, in attesa della sfida tra Iren Genova Quinto - la capolista del girone playout - e la Lazio poi vinta dalla Iren. Sabato 22 maggio, alle ore 16, i ragazzi di coach Gambacorta se la vedranno proprio con la Lazio alla “Cozzi” per mantenere un piede e mezzo nel massimo campionato italiano.

ROMA NUOTO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 12-8

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 2, Vavic 2, Faraglia F. 2, Faraglia P. 2, Voncina, De Robertis 2, Gatto, Boezi, Casasola 2, Spione, Tartaro, Maiolatesi. All. Tafuro.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco 2, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari, G. Bianco 2, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Cardona. All. Binelli (coach Gambacorta e il ds Celia squalificati).

Arbitri: Schiavo e Lo Dico.
Note - Parziali 4-4, 4-0, 2-1, 2-3

San Donato Metanapoli

MILANO VENERDI' 30 APRILE 2021
GRANDE METANOPOLI, MA CONTRO IL QUINTO ARRIVA UN ALTRO K.O.
I ragazzi di Fabio Gambacorta subiscono la rete decisiva (10-11) nell’ultimo minuto di gioco.

Presso la piscina “Cozzi” di Milano, alle ore 19, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per la quarta gara dei playout contro l’Iren Genova Quinto. I biancorossi conducono il girone a quota 12 punti e il 27 febbraio scorso, in Liguria, alle piscine di Albaro, si sono imposti per 11-8 nella prima gara del torneo salvezza proprio contro i gialloblù di coach Fabio Gambacorta.

Nel primo tempo, grande inizio del Quinto che con Guidi, da oltre i 7 metri, trova la rete del vantaggio (1.18). Un minuto e mezzo dopo, contropiede ospite e Mugnaini, sigla il raddoppio. Arriva finalmente la risposta dei padroni di casa: rigore procurato e Jack Lanzoni dai 5 metri incrocia e spiazza Pellegrini (3.28). Non si fermano i liguri, anzi Guidi trova un altro gol grazie a un bellissimo assist a palombella a pochi centimetri dalla porta di Cavo in superiorità numerica (3.52). Reazione immediata della Meta che accorcia le distanze con Busilacchi solo 8 secondi più tardi. Poi, cambio gioco splendido di Cimarosti dalla destra a sinistra per Ravina che incrocia perfettamente sul palo lungo a 6.21 (3-3). Ma nel finale, prima un tap-in di Panerai (6.46) e poi un tiro forte e preciso di Gitto in superiorità numerica (6.51), riportano gli uomini di Luccianti sul +2. Per fortuna che c’è Jack Lanzoni che, a un secondo dal termine del tempo, s’inventa un gol pazzesco, giusto un attimo prima del gong (uomo in più).

Nella seconda frazione, fallo di Lorenzo Bianco e rigore per il Quinto che con Gavazzi va ancora a +2, vicinissimo Cavo alla parata (1.55). Risolve Giovanni Bianco che, su un bellissimo assist di Lanzoni, sigla una rete con una semi-beduina che riporta la Meta a -1 al 3’. A 4.30, altro rigore per Lanzoni che spiazza ancora Pellegrini ed è parità. Purtroppo, Brambilla finisce la sua gara anzitempo per somma di espulsioni ma, a tre secondi dalla pausa, Caliogna mette dentro il clamoroso sorpasso in superiorità numerica.

Pronti, via col terzo tempo e a, 3.54, Nora in superiorità numerica ristabilisce la parità (7-7). Poi, Panerai da distanza siderale firma il sorpasso ligure, oltreché la doppietta personale (6.19). Subito dopo, traversa di Ravina sfortunata e poi palo di Lanzoni. Segue l’espulsione temporanea di Di Somma e, dopo una bellissima azione con uno splendido giro palla, Bittarello dalla sinistra incrocia benissimo sul secondo palo. Non finisce la sfortuna per la Meta che centra un palo con Ravina sul gong (uomo in più). È 9-7 Genova a 8 minuti dalla fine. Non capitava dalla sconfitta per 7-11 contro Posillipo del 21 novembre scorso che i gialloblù non fossero in grado di segnare un gol in un tempo.

Nella quarta e ultima frazione, grande partenza della Metanopoli che firma subito il 9-8 con una grande conclusione di Ravina. Poco dopo, espulso coach Gambacorta e gol fantastico di Inaba (2.17) che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali, sfruttando al meglio l’ennesima espulsione provvisoria di Di Somma. Reazione immediata dei milanesi con Giovanni Bianco che, a poche bracciate dalla rete biancorossa, mette dentro il 10-9 (2.34): Meta di nuovo lontana una sola lunghezza. In seguito, concitate azioni. Prima un miracolo di Pellegrini di spalla su Monari, lo imita Cavo contro Fracas nel contropiede e poi rigore per il Quinto, ma ecco una straordinaria risposta con le unghie di Cavo su Gitto. Monari si rifà con un tiro forte e preciso sul primo palo dalla destra, nulla può stavolta Pellegrini ed è 10-10 (5.02). A 54 secondi dal fischio finale, però, arriva la rete di Guidi che pesa come un macigno per la Waterpolo Milano, protagonista di un’enorme prestazione.

Risultato di 11-10 per il Quinto che resta 1° in classifica, ora a quota 15 punti. La Meta, invece, resta al 3° posto del girone con 6 punti. Sabato 8 maggio, alle ore 15, i ragazzi di coach Gambacorta sfideranno la Roma in trasferta per agganciare in classifica proprio i giallorossi.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-IREN GENOVA QUINTO 10-11

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco, A. Di Somma, Ravina 2, Lanzoni 3, Monari 1, G. Bianco 2, Busilacchi 1, Cimarosti, Caliogna 1, Ferrari. All. Gambacorta.

IREN GENOVA QUINTO: Pellegrini, Panerai 2, Fracas, Mugnaini 1, F. Brambilla, Guidi 3, Gavazzi 1, Nora 1, Inaba 1, Bittarello 1, M. Gitto 1, Gambacciani, Noli. All. Luccianti.

Arbitri: Colombo e Ricciotti.

Note - Parziali 4-5, 3-1, 0-3, 3-2. Uscito per limite di falli Brambilla (M) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 2/9 + 2 rigori e Iren Genova Quinto 5/14 + 2 rigori. Cavo (M) para un rigore a Gitto (Q). Espulsi per proteste il tecnico Gambacorta (M) e Ferrari (M) nel quarto tempo.

ROMA SABATO 10 APRILE 2021
METANOPOLI IMPERIALE: I GIALLOBLÙ STRAPAZZANO LA LAZIO AL FORO ITALICO
I ragazzi di Fabio Gambacorta ottengono meritatamente il primo successo nel torneo salvezza

Nella suggestiva cornice del Foro Italico di Roma, alle ore 15, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per la terza gara del playout di A1 contro la Lazio Nuoto. Le due squadre sono i fanalini di coda del girone valido per la permanenza nel campionato di A1: per entrambe, due sconfitte in due gare.

Nel primo tempo, grande inizio della Metanopoli che si guadagna un rigore dopo soli due minuti, ma Di Somma si fa ipnotizzare da Soro che respinge la sua conclusione. A questo punto, la Lazio capisce che è giunto
il momento di colpire la squadra ospite e, nel giro di 45 secondi, rifila due reti ai gialloblù: prima con Antonucci in superiorità numerica (2’35”) e poi con Leporale (3’19”). Non si abbattono i ragazzi di coach Gambacorta che reagiscono immediatamente grazie a un penalty trasformato da capitan Lanzoni soltanto 16 secondi dopo l’uno-due dei biancocelesti (2-1).

Nella seconda frazione, la squadra di coach Sebastianutti prova a prendere subito il largo con la rete di Vitale (uomo in più) nel primo minuto di gioco. I milanesi, però, non permettono ai laziali di scappare e anzi tre
minuti più tardi accorciano le distanze, stavolta con l’altro centrovasca Cimarosti, sfruttando per la prima volta la superiorità numerica (espulso il portiere della Lazio). Passano 30 secondi e prima Caponero riporta la
Lazio sul +2, poi Lanzoni sigla la doppietta personale ristabilendo il -1. A un solo secondo dal riposo, il bomber della Metanopoli infila la porta biancoceleste con un gol pesantissimo (tripletta) che sposta l’inerzia della
partita dalla parte dei gialloblù e, in pratica, vanifica la prima metà di gara (4-4).

Pronti, via col terzo tempo e, dopo quasi sei minuti di studio e di equilibrio, gli ospiti mettono a segno un uno-due pugilistico che li porta per la prima volta a condurre la gara, per di più con due reti: a 5’38” Brambilla
e a 6’27” Bianco. Si conclude una terza frazione in cui la Metanopoli ha difeso con le unghie e coi denti, mantenendo la propria porta inviolata (4-6).

Nel quarto e ultimo tempo, i ragazzi di coach Gambacorta prendono il largo e si portano a casa i 3 punti anzitempo. Come nel terzo tempo, i milanesi sferrano un uno-due che, stavolta, è da kappaò: a 3’11” s’iscrive
alla partita anche il centroboa Giovanni Bianco e a 4’08” chiude il match Brambilla con la doppietta personale. Inutili ai fini del risultato i due gol di Leporale (tripletta) nell’ultimo minuto di gara: al fischio finale, è tripudio gialloblù.

Risultato di 6-8 per la Metanopoli che vince la prima partita del torneo salvezza e sale a quota 3 punti, lasciando all’ultimo posto proprio la Lazio. Settimana prossima, altra sfida fondamentale per la permanenza
in A1: alla “Cozzi” di Milano, arriva la RN Florentia, sconfitta sia in casa (11-5) il 28 novembre, sia in trasferta (8-9) il 30 gennaio.

LAZIO NUOTO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 6-8

LAZIO NUOTO: Soro, Provenziani, Colosimo, Tarquini, Vitale 1, Marini, Caponero 1, Antonucci 1, Leporale 3, Narciso, Maddaluno, Bobbi, Moscardelli. All. Sebastianutti.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Ferrari, Baldineti, A. Brambilla 2, L. Bianco 1, A. Di Somma, Ravina, Lanzoni 3, Monari, G. Bianco 1, Busilacchi, Cimarosti 1, Caliogna, Cavo. All. Gambacorta.

Arbitri: Gomez e Calabrò.
Note - Parziali 2-1, 2-3. 0-2, 2-2. Nel primo tempo a 2.01 Soro (L) para un rigore ad A. Di Somma (M). Nessuno uscito per limiti di falli. Superiorità numeriche: Lazio 2/7, Metanopoli 2/8 + 2 rigori.

MILANO SABATO 17 APRILE 2021
METANOPOLI, VITTORIA COL BRIVIDO CONTRO LA RN FLORENTIA
I ragazzi di Gambacorta ottengono un successo fondamentale che li porta al 2° posto del girone

Presso la piscina “Cozzi” di Milano, alle ore 16, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per la quarta gara dei playout contro la Rari Nantes Florentia. Le due squadre sono appaiate a quota 3 punti nel girone valido per la permanenza nel campionato di A1 e si sono affrontate già due volte nella prima parte della stagione. In entrambi i casi, vittoria per i ragazzi di coach Gambacorta, sia in casa (11-5) il 28 novembre scorso, sia in trasferta (8-9) il 30 gennaio.

Nel primo tempo, grandissima partenza dei padroni di casa che, dopo nemmeno 3 minuti, sono già sul 3-0. Protagonista Ravina che sigla una doppietta nel giro di 60 secondi, seguito dal tris di Giovanni Bianco. Al 6’, si sveglia la Florentia con Astarita che sfrutta la superiorità numerica. Ma, soltanto 4 secondi più tardi, Busilacchi infila il poker. A 5 secondi dalla fine, Lanzoni colpisce la traversa.

Anche nella seconda frazione, bella partenza della Metanopoli che centra subito il 5-1 con un’azione conclusa da Brambilla (uomo in più). Immediata risposta dei fiorentini: botta di Astarita e di nuovo +3 Meta. All’inizio del 4’, Caliogna cambia gioco per Ravina che con una conclusione in diagonale finalizza un contropiede perfetto (6-2). Esattamente 60 secondi più tardi, Di Somma infila il 7-2 sempre dal lato sinistro. Subito dopo, Lanzoni è sfortunato protagonista di un palo, di un gol annullato e, a pochi secondi dalla fine del tempo, anche di una traversa. A 2 minuti dalla pausa, i ragazzi di coach Minetti segnano il 7-3 con Ganic. Dunque, all’intervallo, è 7-3 Meta.

Pronti, via col terzo tempo e al 3’ arriva un tiro vincente clamoroso di Ravina dopo un palleggio: doppietta personale e 8-3. Scorrono 40 secondi sul cronometro e Giovanni Bianco si guadagna un rigore: dai 5 metri, Jack Lanzoni spiazza Sammarco per il 9-3 e finalmente si sblocca dopo tanta sfortuna. Nonostante le grandi parate di Cavo, che al termine del match risulteranno cruciali, ecco la reazione d’orgoglio degli ospiti tra 5.23 e 7.02, a segno con Di Fulvio e Turchini (superiorità numerica). È 9-5 gialloblù a 8 minuti dalla fine.

Nel quarto e ultimo tempo, elevazione maestosa di Giovanni Bianco che non solo segna la doppietta personale, ma manda anche la propria squadra in doppia cifra a 1.18. I 3 punti sembrano definitivamente in ghiaccio. Poi, botta a incrociare di Sordini che riporta la Florentia a -4 un minuto e mezzo dopo. Non è finita qua, perché sempre Sordini gonfia la rete un’altra volta, esattamente 60 secondi più tardi, facendo scendere un brivido lungo la schiena di coach Fabio Gambacorta. Brivido che diventa ancora più forte quando Ganic, con una palombella, trova sul secondo palo Carnesecchi che di prima mette dentro il -2 a due minuti e mezzo dal fischio finale. I brividi diventano paura vera quando Turchini sorprende Cavo con una gran botta dalla lunga distanza e i fiorentini riaprono ufficialmente il match a 100 secondi dal fischio finale. Ci pensa proprio Cavo a mettere i 3 punti in cassaforte, con le paratissime su Benvenuti e Di Fulvio. Al fischio finale, i gialloblù possono tirare un sospiro di sollievo.

Risultato di 10-9 per la Metanopoli che conferma la tradizione positiva contro la Rari Nantes Florentia e che soprattutto va a quota 6 punti in classifica, salendo al 2° posto del girone insieme alla Roma Nuoto, sconfitta in casa dall’Iren Genova Quinto. Venerdì 30 aprile, alle ore 15, i ragazzi di coach Gambacorta sfideranno proprio i liguri.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-RN FLORENTIA 10-9

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla 1, L. Bianco, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari 2, G. Bianco 2, Busilacchi 1, Cimarosti, Caliogna, Ferrari. All. Gambacorta. RN

FLORENTIA: Sammarco, Chemeri, Carnesecchi 1, Benvenuti, Sordini 2, Chellini, F. Turchini 2, Dani, T. Turchini, Ganic 1, Astarita 2, Di Fulvio 1, Celati. All. Minetti. Arbitri: Navarra e Nicolosi. Note - Parziali 4-1, 3-2, 2-2, 1-4. Superiorità numeriche: Metanopoli 2/5 + un rigore e Florentia 5/11. Usciti per limite di falli T. Turchini (Florentia) nel terzo e A. Brambilla (Metanopoli) nel quarto tempo.

Subcategories

Website Design by SS Studio