WATERPOLO MILANO METANOPOLI

27/11/2021 - WATERPOLO MILANO METANOPOLI Vs ANZIO WATERPOLIS  9 -  8
Punti pesanti, in chiave salvezza, li conquista la Waterpolo Milano Metanopoli che batte di misura la Waterpolis Anzio. Match double face. I laziali, avanti 5-1 nel secondo tempo, conducono fino al 6-5 di metà della terza frazione. Poi la bella rimonta dei meneghini che ribaltano il punteggio con le reti di Scollo e Tononi (7-6); e in seguito allungano sul 9-6 in avvio di quarto periodo con i gol di Perez e Kasum. La reazione dell'Anzio è tardiva: negli ultimi cento secondi vanno a segno Di Rocco e Daniel Presciutti ma finisce 9-8 per Metanopoli. (dal sito FIN)

Gruppo CAP

Main Sponsor

Eni

Main Sponsor

Banca Centropadana
Garolfi s.r.l
Execus
ExecusExecus

ULTIME NOTIZIE

RN FLORENTIA - SAN DONATO METANOPOLI SPORT  7 - 8

FIRENZE - SABATO 29 MAGGIO 2021 - METANOPOLI ANCORA IN A1! CONTRO LA FLORENTIA È VITTORIA PER 8-7 I ragazzi...

Read more
SAN DONATO METANOPOLI SPORT - SS LAZIO NUOTO  9 - 10

MILANO - SABATO 22 MAGGIO 2021 - METANOPOLI SPRECONA, CONTRO LA LAZIO ARRIVA IL TERZO KO CONSECUTIVO I ragazzi di...

Read more
ROMA NUOTO - SAN DONATO METANOPOLI SPORT  12 - 8

ROMA - SABATO 08 MAGGIO 2021 - METANOPOLI SOTTOTONO, LA ROMA FA VALERE IL FATTORE “CAMPO” AL FORO ITALICO -...

Read more
SAN DONATO METANOPOLI SPORT - IREN GENOVA QUINTO 10-11

MILANO - VENERDI' 30 APRILE 2021 - GRANDE METANOPOLI, MA CONTRO IL QUINTO ARRIVA UN ALTRO K.O. - I ragazzi...

Read more
SAN DONATO METANOPOLI SPORT - RN FLORENTIA 10-9

MILANO - SABATO 17 APRILE 2021 - METANOPOLI, VITTORIA COL BRIVIDO CONTRO LA RN FLORENTIA -I ragazzi di Gambacorta ottengono...

Read more
LAZIO NUOTO-SAN DONATO METANOPOLI SPORT 6-8

ROMA SABATO 10 APRILE 2021 METANOPOLI IMPERIALE: I GIALLOBLÙ STRAPAZZANO LA LAZIO AL FORO ITALICO I ragazzi di Fabio Gambacorta...

Read more

Iscrizioni
WP Milano Metanopoli

Esplorare

Aquagol
Nexus Academy

Esplorare

Master Femminile

Esplorare

Master

Esplorare

PALLANUOTO BUCCINASCO

Esplorare

Giovanili

Esplorare

Galleria video

AS Lazio vs Waterpolo Milano
Waterpolo Milano vs AS Rome Nuoto

Galleria di Fotografie

San Donato Metanapoli

FIRENZE - SABATO 29 MAGGIO 2021 -
METANOPOLI ANCORA IN A1! CONTRO LA FLORENTIA È VITTORIA PER 8-7
I ragazzi di Fabio Gambacorta vincono meritatamente una gara tesissima che vale la permanenza nel massimo campionato italiano.

Presso la piscina scoperta “Goffredo Nannini” di Bellariva, vicino allo splendido lungarno, alle ore 18, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per il decimo e ultimo turno dei playout contro la Rari Nantes Florentia. Le due squadre sono al quarto confronto in questa stagione: all’andata della regular season, presso la “Cozzi” di Milano, dopo due tempi ad armi pari (3-3), finì 11-5 per i ragazzi di coach Gambacorta, autori di una seconda parte di gara da urlo e con un Lanzoni scatenato (poker); al ritorno, in terra Toscana, i gialloblù vinsero 9-8 in una sfida al cardiopalmo; infine, il 15 aprile scorso, a Milano, la Meta aveva vinto nuovamente di una sola lunghezza (10-9) con un quarto tempo da brividi (4-1 per i gigliati). I milanesi e i toscani si trovano appaiati all’ultimo posto del girone a quota 6 punti e con una vittoria sia gli uni sia gli altri sarebbero certi della permanenza in A1; alla Meta, invece, basterebbe soltanto un pari in virtù della vittoria di aprile.

Nel primo tempo, al secondo 74 di gara, il difensore Chemeri apre le marcature. Dopo 3 minuti di lotta furibonda, Lanzoni mette a segno il gol del provvisorio pareggio in superiorità numerica. Scorrono 30 secondi sul cronometro e un altro difensore, Tommaso Turchini, riporta in vantaggio i biancorossi. Ma, a. 6.54, Monari vanifica l’ennesimo sorpasso dei ragazzi di Minetti e il primo tempo si conclude così, sul 2-2.

Nella seconda frazione, Lorenzo Bianco firma il primo vantaggio gialloblù della gara con un tiro sporcato dal serbo Ganic che mette fuori gioco Cicali (1.21). Un minuto più tardi, ecco il gol del centrovasca Francesco Turchini in superiorità numerica (3-3). Scorrono 90 secondi sul cronometro e una conclusione dello stesso Francesco Turchini, deviata da Lorenzo Bianco, mette fuori gioco il portierone gialloblù Ferrari, tornato oggi in acqua dopo un lungo infortunio (4-3). A due minuti dalla pausa, Monari segna un gran gol su assist di Alessandro Brambilla e si va al riposo in perfetta parità, 4-4.

Pronti, via col terzo tempo e, dopo un paziente e sapiente giropalla, Lorenzo Bianco scaraventa in rete il secondo sorpasso gialloblù in superiorità numerica (1.48). Passano pochi secondi e arriva un fulmine di Lanzoni che trafigge Cicali e porta la sua squadra a +2 per la prima volta nel corso del match (2.42). Sul cambio di fronte, ci pensa un mostruoso Ferrari a mantenere il doppio vantaggio, respingendo un tiro avversario con un colpo di reni e con le unghie. Infine, azione fantastica dei milanesi, tutta di prima, ma l’estremo difensore avversario mette a referto un altro grandissimo intervento su Busilacchi che si vede strozzata in gola la gioia del gol.

Nella quarta e ultima frazione, Francesco Turchini apre le danze con un gran gol (1.45). Poi, Di Fulvio scarica una conclusione secca che gonfia la rete, ma soltanto una frazione di secondo dopo il suono della sirena e dunque la rete non viene convalidata. Sul ribaltamento di fronte, la Florentia si guadagna un rigore che Astarita scaglia con la mano mancina alla sinistra di Ferrari, spiazzandolo (3.22). È di nuovo parità. Monari, però, ritrova il +1, permettendo agli ospiti di avere una sicurezza in più in superiorità numerica (3.56). Un minuto più tardi, Francesco Turchini fa partire uno dei suoi siluri che Ferrari salva, così come pochi secondi dopo; fondamentale il suo ritorno in acqua, nonostante le grandissime prestazioni di Cavo. A un minuto e mezzo dal termine, Ravina segna una rete strepitosa che mette in ghiaccio la permanenza in A1: doppio vantaggio più scontri diretti a favore. Nemmeno 30 secondi dopo, però, Sordini riporta i gigliati a -1. A 21 secondi dal fischio finale, sale ad attaccare anche il portiere Cicali e nei secondi conclusivi Ferrari dice di “no” due volte agli avversari. È finita, 8-7 per la Metanopoli.

Risultato finale di 8-7 per la Meta che esulta e festeggia la permanenza in A1 dopo una stagione che ha messo alla prova chiunque. I fiorentini, invece, retrocedono in A2, campionato che torneranno a giocare dopo quattro stagioni.

RN FLORENTIA-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 7-8

RN FLORENTIA: Cicali, Chemeri 1, Carnesecchi, Benvenuti, Sordini 1, Chellini, F. Turchini 3, Dani, T. Turchini 1, Ganic, Astarita 1, Di Fulvio, Sammarco. All. Minetti.
WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Ferrari, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco 2, A. Di Somma, Ravina 1, Lanzoni 2, Monari 3, G. Bianco, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Cavo. All. Gambacorta.

Arbitri: Collantoni e Nicolosi.
Note - Parziali 2-2, 2-2, 0-2, 3-2. Usciti per limite di falli: L. Bianco (M) nel quarto tempo.


San Donato Metanapoli

MILANO - SABATO 22 MAGGIO 2021 -
METANOPOLI SPRECONA, CONTRO LA LAZIO ARRIVA IL TERZO KO CONSECUTIVO
I ragazzi di Fabio Gambacorta sbagliano l’approccio all’ultimo tempo e buttano via un altro match-point per la permanenza in A1. Sarà decisivo lo scontro thrilling con la Florentia di sabato prossimo.

Presso la piscina “Cozzi” di Milano, alle ore 16, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per il nono turno dei playout contro la Lazio Nuoto. I milanesi e i romani si trovano appaiati al 3° posto del girone a quota 6 punti e con una vittoria sia gli uni sia gli altri sarebbero certi della permanenza in A1; alla Meta, basterebbe soltanto un pari in virtù della vittoria al “Foro Italico” di Roma.

Nel primo tempo, subito botta di Di Somma in rete (1.10). Soltanto 20 secondi dopo, ecco il pareggio di Colosimo. Poi, rigore per capitan Lanzoni che però trova la grande parata di Soro. Ripartenza poderosa di Monari che prende bene la posizione davanti al portiere brasiliano e si guadagna un calcio di rigore; anche stavolta, Jack Lanzoni si fa ipnotizzare dall’estremo difensore ospite, graziato dalla traversa. Stessa storia due minuti più tardi: il capitano va in contropiede e l’esperto portiere avversario salva per l’ennesima volta i biancocelesti. 1-1 dopo i primi 8 minuti con tanti sprechi da parte dei ragazzi di coach Fabio Gambacorta.

Nella seconda frazione, scambio tra Cimarosti e il “Puma” Lorenzo Bianco che trova uno spiraglio e riporta in vantaggio i gialloblù, come nel primo tempo dopo 70 secondi di gioco; vicinissimo alla parata Soro (2-1). Palo interno dell’attaccante Vitale con un missile da distanza siderale che però poco più tardi si rifà, sfruttando un’amnesia della difesa di casa e gonfiando la porta di Cavo (4.12). Segue anche un palo di Ferrante. A un minuto e mezzo dalla fine del periodo, sapiente e rapido giro-palla sul perimetro della Lazio che permette a Vitale di aprire il fuoco, piazzando la sfera alle spalle di Cavo (superiorità numerica). Immediata reazione della Meta che colpisce la traversa con Monari. Poco dopo, accade l’incredibile: il pallone viene scaricato in una zona apparente innocua e molto lontana dalla porta, dove si trova Di Somma che - liberissimo - sgancia un missile terra aria che regala la parità all’ultimo respiro (7.55). Alla pausa, è 3-3.

Pronti, via col terzo tempo e Ravina colpisce il palo esterno alla sinistra di Soro. Dall’altra parte, Narciso attrae su di sé i giocatori in calottina gialloblù per poi scaricare su Caponero che riporta avanti i biancocelesti (1.54). Risponde immediatamente la Meta, guadagnandosi un rigore: stavolta è Brambilla a incaricarsi della massima punizione e “Black Bramba” non sbaglia (4-4). Poi, zampata del centroboa Leporale in una selva di mani e di nuovo tutto da rifare per i ragazzi di coach Gambacorta (4-5). La Lazio non smette di assediare la difesa di casa e Vitale, dopo aver fornito un assist a Leporale, trova anche la tripletta personale (4.05). Dopo diversi minuti in apnea, a un minuto e mezzo dalla fine, Giovanni Bianco fa partire una beduina velocissima che trafigge il portiere brasiliano e riporta i padroni di casa a -1 (6.31). Magia di Lanzoni che con un pallonetto fa passare il pallone in uno spazio minimo, trovando un pareggio che pochi secondi prima sembrava lontanissimo (7.12). Ma i ragazzi di coach Sebastianutti non ci stanno e Leporale in tap-in rimette le cose in chiaro quasi allo scadere del tempo (6-7).

Nella quarta e ultima frazione, tracollo della Meta che subisce il 6-8 (Narciso in superiorità numerica, 0.58) e il 6-9 (Antonucci, 2.04) nell’arco di pochi secondi e la Lazio scava un solco che sarà decisivo nell’economia della gara e della classifica del girone playout. Giovanni Bianco, però, trova un gol impossibile dalla sinistra imbucando nell’angolo del palo lontano, tenendo vive le speranze gialloblù (2.29). E a promettere un finale di fuoco ci pensa Jack Lanzoni che, dalla stessa mattonella di Giovanni Bianco, inventa una traiettoria surreale che batte Soro (8-9). Peccato che, pochi secondi più tardi, gli ospiti si guadagnano un rigore che Vitale non sbaglia, spiazzando Cavo e siglando il poker personale (8-10). Poi, il tap-in di Di Somma che, a 30 secondi dalla fine, risolleva i gialloblù a -1. Una rete, però, che non basta a evitare la terza sconfitta della Metanopoli.

Risultato finale di 9-10 per la Lazio che stacca il pass per la permanenza nel campionato di A1. Per la Metanopoli, invece, nell’ultima gara del girone playout sarà necessario vincere per restare nel massimo campionato italiano. Sabato prossimo, alle ore 18, i ragazzi di coach Gambacorta se la vedranno contro la RN Florentia in terra toscana, presso la Piscina “Goffredo Nannini” di Bellariva sullo splendido lungarno.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-LAZIO NUOTO 9-10

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla 1, L. Bianco 1, A. Di Somma 3, Ravina, Lanzoni 2, Monari, G. Bianco 2, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Tsegay Haile. All. Gambacorta.

LAZIO NUOTO: Soro, Ferrante, Colosimo 1, Bobbi, Vitale 4, Provenziani, Caponero 1, Antonucci 1, Leporale 2, Narciso 1, Maddaluno, Tarquini, Moscardelli. All. Sebastianutti.

Arbitri: Frauenfelder e Schiavo.

Note - Parziali 1-1, 2-2, 3-4, 3-3.

San Donato Metanapoli

MILANO - VENERDI' 30 APRILE 2021 - 
GRANDE METANOPOLI, MA CONTRO IL QUINTO ARRIVA UN ALTRO K.O. - 
I ragazzi di Fabio Gambacorta subiscono la rete decisiva (10-11) nell’ultimo minuto di gioco.

Presso la piscina “Cozzi” di Milano, alle ore 19, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per la quarta gara dei playout contro l’Iren Genova Quinto. I biancorossi conducono il girone a quota 12 punti e il 27 febbraio scorso, in Liguria, alle piscine di Albaro, si sono imposti per 11-8 nella prima gara del torneo salvezza proprio contro i gialloblù di coach Fabio Gambacorta.

Nel primo tempo, grande inizio del Quinto che con Guidi, da oltre i 7 metri, trova la rete del vantaggio (1.18). Un minuto e mezzo dopo, contropiede ospite e Mugnaini, sigla il raddoppio. Arriva finalmente la risposta dei padroni di casa: rigore procurato e Jack Lanzoni dai 5 metri incrocia e spiazza Pellegrini (3.28). Non si fermano i liguri, anzi Guidi trova un altro gol grazie a un bellissimo assist a palombella a pochi centimetri dalla porta di Cavo in superiorità numerica (3.52). Reazione immediata della Meta che accorcia le distanze con Busilacchi solo 8 secondi più tardi. Poi, cambio gioco splendido di Cimarosti dalla destra a sinistra per Ravina che incrocia perfettamente sul palo lungo a 6.21 (3-3). Ma nel finale, prima un tap-in di Panerai (6.46) e poi un tiro forte e preciso di Gitto in superiorità numerica (6.51), riportano gli uomini di Luccianti sul +2. Per fortuna che c’è Jack Lanzoni che, a un secondo dal termine del tempo, s’inventa un gol pazzesco, giusto un attimo prima del gong (uomo in più).

Nella seconda frazione, fallo di Lorenzo Bianco e rigore per il Quinto che con Gavazzi va ancora a +2, vicinissimo Cavo alla parata (1.55). Risolve Giovanni Bianco che, su un bellissimo assist di Lanzoni, sigla una rete con una semi-beduina che riporta la Meta a -1 al 3’. A 4.30, altro rigore per Lanzoni che spiazza ancora Pellegrini ed è parità. Purtroppo, Brambilla finisce la sua gara anzitempo per somma di espulsioni ma, a tre secondi dalla pausa, Caliogna mette dentro il clamoroso sorpasso in superiorità numerica.

Pronti, via col terzo tempo e a, 3.54, Nora in superiorità numerica ristabilisce la parità (7-7). Poi, Panerai da distanza siderale firma il sorpasso ligure, oltreché la doppietta personale (6.19). Subito dopo, traversa di Ravina sfortunata e poi palo di Lanzoni. Segue l’espulsione temporanea di Di Somma e, dopo una bellissima azione con uno splendido giro palla, Bittarello dalla sinistra incrocia benissimo sul secondo palo. Non finisce la sfortuna per la Meta che centra un palo con Ravina sul gong (uomo in più). È 9-7 Genova a 8 minuti dalla fine. Non capitava dalla sconfitta per 7-11 contro Posillipo del 21 novembre scorso che i gialloblù non fossero in grado di segnare un gol in un tempo.

Nella quarta e ultima frazione, grande partenza della Metanopoli che firma subito il 9-8 con una grande conclusione di Ravina. Poco dopo, espulso coach Gambacorta e gol fantastico di Inaba (2.17) che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali, sfruttando al meglio l’ennesima espulsione provvisoria di Di Somma. Reazione immediata dei milanesi con Giovanni Bianco che, a poche bracciate dalla rete biancorossa, mette dentro il 10-9 (2.34): Meta di nuovo lontana una sola lunghezza. In seguito, concitate azioni. Prima un miracolo di Pellegrini di spalla su Monari, lo imita Cavo contro Fracas nel contropiede e poi rigore per il Quinto, ma ecco una straordinaria risposta con le unghie di Cavo su Gitto. Monari si rifà con un tiro forte e preciso sul primo palo dalla destra, nulla può stavolta Pellegrini ed è 10-10 (5.02). A 54 secondi dal fischio finale, però, arriva la rete di Guidi che pesa come un macigno per la Waterpolo Milano, protagonista di un’enorme prestazione.

Risultato di 11-10 per il Quinto che resta 1° in classifica, ora a quota 15 punti. La Meta, invece, resta al 3° posto del girone con 6 punti. Sabato 8 maggio, alle ore 15, i ragazzi di coach Gambacorta sfideranno la Roma in trasferta per agganciare in classifica proprio i giallorossi.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-IREN GENOVA QUINTO 10-11

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco, A. Di Somma, Ravina 2, Lanzoni 3, Monari 1, G. Bianco 2, Busilacchi 1, Cimarosti, Caliogna 1, Ferrari. All. Gambacorta.

IREN GENOVA QUINTO: Pellegrini, Panerai 2, Fracas, Mugnaini 1, F. Brambilla, Guidi 3, Gavazzi 1, Nora 1, Inaba 1, Bittarello 1, M. Gitto 1, Gambacciani, Noli. All. Luccianti.

Arbitri: Colombo e Ricciotti.

Note - Parziali 4-5, 3-1, 0-3, 3-2. Uscito per limite di falli Brambilla (M) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Waterpolo Milano Metanopoli 2/9 + 2 rigori e Iren Genova Quinto 5/14 + 2 rigori. Cavo (M) para un rigore a Gitto (Q). Espulsi per proteste il tecnico Gambacorta (M) e Ferrari (M) nel quarto tempo.

San Donato Metanapoli

ROMA - SABATO 08 MAGGIO 2021
 - METANOPOLI SOTTOTONO, LA ROMA FA VALERE IL FATTORE “CAMPO” AL FORO ITALICO - 
La squadra con in panca Simone Binelli, sostituto dello squalificato Gambacorta, partono bene, ma crollano nel secondo tempo senza poi riuscire a recuperare il duro passivo. Finisce 12-8 per i giallorossi.

Dopo esattamente un mese, la Waterpolo Milano Metanopoli torna nella suggestiva cornice del Foro Italico di Roma per sfidare i giallorossi nella quinta gara dei playout. I romani si trovano al 2° posto del girone a quota 9 punti, dunque a 3 lunghezze dai milanesi che occupano il 3° posto. Alle ore 15, il fischio d’inizio.

Nel primo tempo, dopo 25 secondi, il centroboa Casasola apre subito le marcature. Passa poco più di un minuto ed ecco il raddoppio del centrovasca Francesco Faraglia su rigore. Ma arriva subito la risposta della Metanopoli che, 30 secondi più tardi, accorcia le distanze con Di Somma. Si prosegue alla media di una rete ogni 30 secondi, dunque a 2.47 il difensore De Robertis trova il tris. Ancora una volta, puntuale la reazione dei gialloblù che stavolta non solo accorciano le distanze con Giovanni Bianco (3.14), ma trovano anche il pareggio con Ravina (3.57). I giallorossi rimettono la freccia a 5.25 con un gol del centrovasca Pietro Faraglia in superiorità numerica e infine, a 47 secondi dalla fine del primo tempo, Lanzoni sigla il 4-4 (uomo in più).

Nella seconda frazione perdono completamente il filo della partita, subendo un 4-0 pesantissimo che permette ai laziali di mettere in cassaforte in anticipo 3 punti decisivi in chiave salvezza. Altra grande partenza di Roma che ancora con Casasola si riporta avanti dopo nemmeno un minuto. Poi Pietro Faraglia (2.37) e De Robertis (4.27) mettono dentro due gol in superiorità numerica che portano a -3 i gialloblù. Infine, a 22 secondi dal riposo, giunge la pesantissima rete di Vavic che chiude anzitempo la partita (8-4).

Pronti, via col terzo tempo e non cambia il copione. Subito un gol dei ragazzi di Tafuro, in questo caso Vavic con uomo in più (1.48). Scorre un altro minuto sul cronometro e Francesco Faraglia torna al gol, portando addirittura a +6 i giallorossi. A 3.52, una marcatura d’orgoglio di Lorenzo Bianco.

Anche la quarta e ultima frazione, come le tre precedenti, inizia con un gol dei padroni di casa. Protagonista Ciotti che non si accontenta di una rete dopo 28 secondi e ne infila un’altra alle spalle di Cavo nemmeno un minuto più tardi, firmando il massimo vantaggio giallorosso (12-5) e la doppietta personale come altri cinque compagni di squadra. I padroni di casa, sicuri dei 3 punti, tirano il freno a mano, ma non smette di giocare la Metanopoli che trova subito il 6° e il 7° gol della propria partita con Giovanni Bianco (1.32) e Ravina (2.52), uno dei più positivi nelle ultime uscite. Tre giri d’orologio più tardi, Lorenzo Bianco porta i milanesi a -4, trovando la doppietta personale come Ravina.

Risultato finale di 12-8 per la Roma che, consolidato il 2° posto, è ormai sicura della permanenza in A1, così come il Quinto. Per la Meta, invece, è la seconda sconfitta consecutiva che la tiene bloccata a quota 6 punti e al 3° posto, in attesa della sfida tra Iren Genova Quinto - la capolista del girone playout - e la Lazio poi vinta dalla Iren. Sabato 22 maggio, alle ore 16, i ragazzi di coach Gambacorta se la vedranno proprio con la Lazio alla “Cozzi” per mantenere un piede e mezzo nel massimo campionato italiano.

ROMA NUOTO-WATERPOLO MILANO METANOPOLI 12-8

ROMA NUOTO: De Michelis, Ciotti 2, Vavic 2, Faraglia F. 2, Faraglia P. 2, Voncina, De Robertis 2, Gatto, Boezi, Casasola 2, Spione, Tartaro, Maiolatesi. All. Tafuro.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla, L. Bianco 2, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari, G. Bianco 2, Busilacchi, Cimarosti, Caliogna, Cardona. All. Binelli (coach Gambacorta e il ds Celia squalificati).

Arbitri: Schiavo e Lo Dico.
Note - Parziali 4-4, 4-0, 2-1, 2-3

MILANO - SABATO 17 APRILE 2021 -
METANOPOLI, VITTORIA COL BRIVIDO CONTRO LA RN FLORENTIA -
I ragazzi di Gambacorta ottengono un successo fondamentale che li porta al 2° posto del girone

Presso la piscina “Cozzi” di Milano, alle ore 16, la Waterpolo Milano Metanopoli si è tuffata in acqua per la quarta gara dei playout contro la Rari Nantes Florentia. Le due squadre sono appaiate a quota 3 punti nel girone valido per la permanenza nel campionato di A1 e si sono affrontate già due volte nella prima parte della stagione. In entrambi i casi, vittoria per i ragazzi di coach Gambacorta, sia in casa (11-5) il 28 novembre scorso, sia in trasferta (8-9) il 30 gennaio.

Nel primo tempo, grandissima partenza dei padroni di casa che, dopo nemmeno 3 minuti, sono già sul 3-0. Protagonista Ravina che sigla una doppietta nel giro di 60 secondi, seguito dal tris di Giovanni Bianco. Al 6’, si sveglia la Florentia con Astarita che sfrutta la superiorità numerica. Ma, soltanto 4 secondi più tardi, Busilacchi infila il poker. A 5 secondi dalla fine, Lanzoni colpisce la traversa.

Anche nella seconda frazione, bella partenza della Metanopoli che centra subito il 5-1 con un’azione conclusa da Brambilla (uomo in più). Immediata risposta dei fiorentini: botta di Astarita e di nuovo +3 Meta. All’inizio del 4’, Caliogna cambia gioco per Ravina che con una conclusione in diagonale finalizza un contropiede perfetto (6-2). Esattamente 60 secondi più tardi, Di Somma infila il 7-2 sempre dal lato sinistro. Subito dopo, Lanzoni è sfortunato protagonista di un palo, di un gol annullato e, a pochi secondi dalla fine del tempo, anche di una traversa. A 2 minuti dalla pausa, i ragazzi di coach Minetti segnano il 7-3 con Ganic. Dunque, all’intervallo, è 7-3 Meta.

Pronti, via col terzo tempo e al 3’ arriva un tiro vincente clamoroso di Ravina dopo un palleggio: doppietta personale e 8-3. Scorrono 40 secondi sul cronometro e Giovanni Bianco si guadagna un rigore: dai 5 metri, Jack Lanzoni spiazza Sammarco per il 9-3 e finalmente si sblocca dopo tanta sfortuna. Nonostante le grandi parate di Cavo, che al termine del match risulteranno cruciali, ecco la reazione d’orgoglio degli ospiti tra 5.23 e 7.02, a segno con Di Fulvio e Turchini (superiorità numerica). È 9-5 gialloblù a 8 minuti dalla fine.

Nel quarto e ultimo tempo, elevazione maestosa di Giovanni Bianco che non solo segna la doppietta personale, ma manda anche la propria squadra in doppia cifra a 1.18. I 3 punti sembrano definitivamente in ghiaccio. Poi, botta a incrociare di Sordini che riporta la Florentia a -4 un minuto e mezzo dopo. Non è finita qua, perché sempre Sordini gonfia la rete un’altra volta, esattamente 60 secondi più tardi, facendo scendere un brivido lungo la schiena di coach Fabio Gambacorta. Brivido che diventa ancora più forte quando Ganic, con una palombella, trova sul secondo palo Carnesecchi che di prima mette dentro il -2 a due minuti e mezzo dal fischio finale. I brividi diventano paura vera quando Turchini sorprende Cavo con una gran botta dalla lunga distanza e i fiorentini riaprono ufficialmente il match a 100 secondi dal fischio finale. Ci pensa proprio Cavo a mettere i 3 punti in cassaforte, con le paratissime su Benvenuti e Di Fulvio. Al fischio finale, i gialloblù possono tirare un sospiro di sollievo.

Risultato di 10-9 per la Metanopoli che conferma la tradizione positiva contro la Rari Nantes Florentia e che soprattutto va a quota 6 punti in classifica, salendo al 2° posto del girone insieme alla Roma Nuoto, sconfitta in casa dall’Iren Genova Quinto. Venerdì 30 aprile, alle ore 15, i ragazzi di coach Gambacorta sfideranno proprio i liguri.

WATERPOLO MILANO METANOPOLI-RN FLORENTIA 10-9

WATERPOLO MILANO METANOPOLI: Cavo, Baldineti, A. Brambilla 1, L. Bianco, A. Di Somma 1, Ravina 2, Lanzoni 1, Monari 2, G. Bianco 2, Busilacchi 1, Cimarosti, Caliogna, Ferrari. All. Gambacorta. RN

FLORENTIA: Sammarco, Chemeri, Carnesecchi 1, Benvenuti, Sordini 2, Chellini, F. Turchini 2, Dani, T. Turchini, Ganic 1, Astarita 2, Di Fulvio 1, Celati. All. Minetti. Arbitri: Navarra e Nicolosi. Note - Parziali 4-1, 3-2, 2-2, 1-4. Superiorità numeriche: Metanopoli 2/5 + un rigore e Florentia 5/11. Usciti per limite di falli T. Turchini (Florentia) nel terzo e A. Brambilla (Metanopoli) nel quarto tempo.

Subcategories

Website Design by SS Studio